Chiesa di San Francesco della Vigna

Nel luogo dove ora sorge la chiesa si narra che sorgesse la chiesetta di San Marco, per la tradizione che vuole che l’Evangelista Marco, di ritorno da Aquileia, fosse proprio in questo luogo salutato da un angelo con le parole: Pax tibi Marce Evangelista meus” parole che ritroviamo nel motto della Repubblica veneziana. La chiesa prende questo particolare nome, dalle vigne di proprietà di Marco Ziani, figlio del doge Pietro, che prosperavano in questo luogo. Terreno che poi fu lasciato nel 1253 ai frati Minori che curarono la costruzione della prima chiesa con annesso cenobio. Nel 1534 fu costruita la chiesa attuale su progetto di Jacopo Sansovino che ne diresse i lavori.

Alcuni hotel presenti in zona