Pinacoteca Querini Stampalia

Il Palazzo risale al Rinascimento (sec.XVI) fu residenza della famiglia Querini. Esiliati da Venezia perché coinvolti nella congiura di Bajamonte Tiepolo (1310) conquistarono l’isola di Stampalia nell’Egeo, e da questa ne presero il nome. Il palazzo fu sede del Patriarcato di Venezia durante la costruzione del Palazzo Episcopale a San Marco. Il 3 agosto 1849 venne invaso dal popolo in tumulto contro il Patriarca, contrario alla resistenza di Venezia all’Austria. Ora il Palazzo è sede di una pubblica Biblioteca ed un interessante “Collezione di quadri e oggetti d’Arte” eretta in ente morale con il nome di Fondazione Querini-Stampalia.

Alcuni hotel presenti in zona